Organizzazione gare motociclistiche Binetto

Gli eventi motociclistici targati Autodromo del Levante

Organizzazione gare motociclistiche Binetto
Eventi Autodromo del Levante Binetto

L’autodromo barese organizza il Trofeo Rookies, a cui sono ammessi i piloti in possesso di licenza velocità nazionale e mini Old rilasciate dalla F.M.I. valida per l’anno corrente. Il trofeo prevede due classi: 600 Open e Open.
Il trofeo è costituito da 2 griglie (600 e Open) dette Esordienti (dove per Rookies si intendono coloro che sono in assoluto alla prima licenza di gara) e 2 griglie (600 e Open) dette Esperti (dove per amatori si intendono tutti coloro che hanno già esperienza di partecipazione a gare FMI). In caso di carenza di piloti le griglie (Base e Amatori), potranno essere unificate per classe (600 e Open). A discrezione dell’organizzazione gare motociclistiche di Binetto, in base alle iscrizioni pervenute, potrebbero essere create ulteriori griglie identificative di categorie particolari quali Naked, Supertwin, Monomarca, etc. 

Per partecipare alla gara ed effettuare l’iscrizione al trofeo, non vengono prese in considerazione corse precedentemente svolte dai piloti riferite ad alcuni settori, quali: minimoto, cross, enduro, trial, sidecar, supermotard. All’organizzazione gare motociclistiche a Binetto possono ovviamente partecipare i piloti di sesso femminile, che non avranno una speciale classifica a loro riservata, ma concorreranno assieme ai piloti di sesso maschile.
L’iscrizione al trofeo potrà essere fatta anche senza che il pilota sia in possesso della licenza sul momento, ciò non toglie che il pilota dovrà farla e portarla con sé, prima dell’inizio della prima gara e per tutte quelle successive. I piloti dovranno inoltre compilare un’autocertificazione sotto la propria responsabilità, in cui dichiarano di possedere i requisiti necessari alla partecipazione del Trofeo. Nel caso in cui il pilota certifichi il falso, sarà estromesso dalla classifica del Trofeo e dalla gara stessa. Azioni o comportamenti antisportivi o comunque ineducati e indisciplinati causeranno provvedimenti disciplinari e sanzioni economiche, come da normativa FMI. Per leggere il regolamento, sarà sufficiente consultare il sito web dell’autodromo. 


Tra gli eventi organizzati, vi è il Trofeo del Levante, un campionato che si sviluppa su tre prove valide per la classifica finale, interamente concentrato nella pista barese. Vi è un ricco montepremi, messo in palio dalla Scuderia Asso Minicar e dalla Scuderia Epta Motorsport, organizzatori del Trofeo, in collaborazione con Aci Bari e le Scuderie Fasano Corse, Apulia Corse, AS Egnatia, Vomero Racing, Tramonti Corse, Autosport Sorrento, Scuderia Vesuvio e New Emotion. Poi vi è il Trofeo Inverno Velocità di motociclismo, una classica delle due ruote prima della pausa invernale che da vede la partecipazione dei più forti piloti della penisola. Un trofeo che onora l’impianto che l’ing. Michele Di Gioia continua a portare avanti, nonostante la difficoltà legate alla crisi del momento, il numero di piloti passati per le gare del Trofeo Inverno sono arrivati ai vertici mondiali del motociclismo. La storia di questo trofeo comincia nel 1989, prima edizione, dove vinse nella 125 di un ragazzino di nome Max Biaggi. Poi, negli anni, Luigi Ancona, pugliese approdato al campionato mondiale 125, Vittoriano Guareschi collaudatore ufficiale Ducati, Antonio Carlacci mondiale Supersport. Non mancano le quote rosa con Katia Poensghen mondiale 250, Ivan Goi mondiale 125 e Supersport, Diego Giugovaz campione europeo Supersport, Vittorio Iannuzzo mondiale Superbike, Gianluca Vizziello mondiale Supersport, Michele Pirro attualmente Tester Ducati con partecipazione alle gare di motomondiale e del mondiale Superbike e ancora Massimo Roccoli Mondiale Supersport, Alessandro Polita Mondiale Superbike, Raffaele De Rosa mondiale 125. Tra le star passate sul circuito di Binetto in altri campionati, Loris Capirossi e ovviamente Valentino Rossi. 

All’interno dell’impianto, si svolge periodicamente anche un test promosso dalla BMW, ovvero il BMW driving experience, dove la casa automobilistica mette a disposizione un test per migliorare la proprie prestazioni alla guida. L’impegno di BMW per la sicurezza, infatti, non si esaurisce nella realizzazione di automobili all’avanguardia in termini di sicurezza attiva e passiva, ma è rivolto anche all’educazione stradale dei conducenti e alla loro formazione. La nota casa automobilistica offre al guidatore la possibilità di migliorare la propria guida, di addestrarsi al superamento di situazione di rischio ed emergenza, perfezionando così la propria tecnica e la capacità di guida del veicolo.